La Salute con l'Occlusione Muscolare

Archivio per agosto, 2015

PSOAS E DISINFORMAZIONE

Lo chiamano muscolo dell’anima e “influisce sul sentirsi soddisfatti nella vita”. Lo psoas.. Ma seriamente possiamo credere a certe affermazioni?

Su, siamo seri.
L’importanza dello psoas la conosciamo tutti e chi lo chiama muscolo dell’anima non fa altro che un cattivo lavoro di informazione.
Meglio affidarsi a professionisti della riabilitazione che farsi abbindolare da certi articoli fuffa.

Annunci

MEDICINA CINESE E MALOCCLUSIONE

punto-feng-fu-600x300

Leggo su internet condivisa da moltissime persone, purtroppo,  la stupidaggine del punto Feng Fu e il cubetto di ghiaccio dietro il collo come panacea di tutti i mali anche digestivi..(tanto ne vien fuori una al giorno),
senza ovviamente mai conoscere a fondo niente…perchè si rivolge ad analfabeti funzionali. Non linko nemmeno l’articolo per non generare poi visite a siti fuffa.
Al massimo vi fa venire una cervicalgia coi fiocchi.

Nella medicina cinese, si usa moxibustione, coppetazione..e farmacopea ma bisogna conoscere a fondo la materia..comunque il cubetto se usato per le questioni che si scrivono è risibile. Anche il salasso e le purghe hanno tradizione millenaria, ma le abbiamo abbandonate, per fortuna. È parecchio marketing…la medicina cinese è molto simbolica. Certo per alcune questioni è molto interessante ma va usata e studiata con cognizione di causa e per anni. Se poi vi sono patologie non serve più l’azione esterno – interno ma i preparati fitoterapici ed altro, quindi solo dall’interno. E poi i Meridiani, la semeiotica, le ore per intervenire sugli organi e punti, le relazioni tra Qi , Jing , Shen , Xue , i liquidi organici Jin Ye, e

  • i 12 Meridiani Principali,
  • gli 8 Meridiani straordinari,
  • e poi i 12 meridiani distinti,
  • i 16 meridiani collaterali,
  • i meridiani rami piccoli collaterali, e poi
  • i 12 meridiani tendini-muscolari
  • e le 12 zone cutanee…
  • E le relazioni padre-figlio, nonno-nipote, e così via..

Quando si parla genericamente di “meridiani” mentalmente la frase che si formula è “Siamo seri, su..”.
Sul termine ” Energia “, come affermo da tempo, se si eliminasse dal vocabolario avremmo eserciti di disoccupati, con giusta causa.
Quando parliamo di punti e meridiani anche i professionisti dovrebbero prendere e studiare a fondo e su di sé e gli altri effetti dubbi e relativizzare..soprattutto non nominare e/o copiare le cose a casaccio per fare bella figura davanti ai pazienti ignari, perchè la medicina tradizionale cinese antica e moderna (MTC) non guarisce la Malocclusione. Ci torneremo su questo argomento.

C. Morcone,  © 2015 

LA DIFFICOLTÀ PROFONDE DEL POPOLO ITALIANO, MALOCCLUSO

italy

Non credo di poter trovare tanti sostenitori con questo post ma comunque sento di doverlo condividere…
Gli italiani sono così demoralizzati e depressi su tutto che si auto-fustigano come se non ci fosse alternativa che subire soltanto, “Ormai siamo un popolo di incapaci ad ogni livello”, sento dire…eppure se noi ci siamo dentro affermiamo in questa maniera, tacitamente, che pure noi siamo incapaci e così non va.

Non c’è sogno, né orizzonte preciso, né tantomeno orgoglio non solo personale ma soprattutto nazionale di un popolo, solo forse per le cose che riguardano la Paura, le ansie, le tristi verità. L’ho notato con gli incontri di Laboratorio..le persone piuttosto che rafforzarsi, tendono a perdersi a vicenda. Vi è un vuoto di sostegno reciproco, un vuoto che scava profondamente e innalza invece la disperazione individuale.

Eppure come si fa a ridurre un popolo che ha dato fino a pochi decenni, qualche secolo fa, lustro al mondo intero con autostima enorme e con la nomea di grandi scopritori, viaggiatori, ricercatori e persone che “si danno da fare in ogni luogo e situazione” a un popolo di cinici, di “seduti”, di stanchi cronici?

L’APPIM dovrebbe essere a mio avviso invece una bandiera e motivo di orgoglio e sussulto nazionale, spingere, sostenere, fortificare e tenere alto lo spirito italiano, anche grazie a quello che abbiamo fatto e stiamo facendo organizzando incontri ed essendo presenti sul territorio come nessuno e e altro che faremo nel futuro come pazienti, risolti da tante problematiche, cui nessuno al mondo ha messo il punto fermo, e la precisione e sicurezza che invece qui si danno a profusione.

Rialzatevi, svegliatevi, sostenetevi, datevi e prendete coraggio come abbiamo fatto e risolto noi qui ad APPIM.
“Di tutte le cose gli inizi sono i più difficili” scriveva S. Agostino d’Ippona.

C. Morcone © 2015 

DVD VIDEO – EBOOK – TUTORIAL APPIM

Informati, guarda, osserva, tutorial, leggi e rileggi, medita e raccogli il materiale informativo per sostenere l’Appim.

‪#‎appim‬ ‪#‎appimlab‬ ‪#‎laboratorio‬ ‪#‎collo‬ ‪#‎postura‬ ‪#‎forzamuscolare‬ ‪#‎atm‬‪ #‎equilibrio‬ ‪#‎denti‬ ‪#‎anatomia‬ ‪#‎bacio‬ ‪#‎cocacola‬ ‪#‎sbadiglio‬ ‪#‎relaxprofondo‬‪#‎altalena‬ ‪#‎sbarra‬ ‪#‎simmetria‬ ‪#‎test‬ ‪#‎manovra‬ ‪#‎metodo‬ ‪#‎dvd‬ ‪#‎video‬‪#‎materiale‬ ‪#‎didattico‬ ‪#‎teoria‬ ‪#‎pratica‬ ‪#‎cultura‬ ‪#‎informazione‬ ‪#‎tutorial‬

IL METODO APPIM : LA TEORIA DI OCCLUSIONE MUSCOLARE

video appim

QUATTRO SONO I TEST MUSCOLARI PER IL CONTROLLO DEL BILANCIAMENTO MANDIBOLARE FONDATI SULLA SIMMETRIA DEI CONTATTI DENTARI
illustrati nel volume “La teoria di Occlusione Muscolare” di A. Valsecchi ( Milano, 1993).

IL DVD / VIDEO STREAMING

Incominciando in maniera semplice e chiara  a concentrarci sui contatti dentari nella tensione muscolare dei test di controllo APPIM
La prima cosa da capire è che se, stringendo le guance o aspirando l’aria a denti stretti con forza e battendoli, sentiamo soltanto un dente in contatto? Significa che la tua mandibola presenta una inclinazione sbagliata e quindi una anomalìa da risolvere; il tutto per guarire dai disturbi ed essere efficienti e dritti con la schiena, eventualmente con la collaborazione nella fase finale di un dentista di buon carattere.

Il DVD in formato anche VIDEO STREAMING  ( ITA ). Comprende due video integrali degli incontri di Rapallo con l’esposizione del metodo con slide, foto ed esempi pratici per comprendere in maniera diretta ed esemplificativa la struttura teorico-pratica del METODO APPIM come metodo di Controllo e operativo al fine di  tornare in Simmetria muscolare. Si parla in maniera approfondita dei test muscolari di controllo dello Sbilanciamento e dà tante informazioni uniche e utili, atte alla formazione completa della persona non adetta ai lavori. Ogni persona perciò potrà arricchirsi di concetti chiari e immediatamente riferirli a se stesso. Certo può risolvere tutti i dubbi o i passaggi difficili che dovrai affrontare lavorando sul bite o sui denti, perché tante soluzioni bisogna affrontarle ragionando sulle sensazioni derivanti dalle asimmetrie di contatto, sulle traiettorie da rettificare, agli incontri ma è un punto di partenza ineliminabile, iniziare dal comprendere ed entrare nel linguaggio segreto dei DENTI, che determinano la postura del corpo e la salute generale in maniera considerevole.

Vale la pena leggere, osservare e visionare il materiale didattico per poter poi renderci utili per dare informazioni e formazione precisa e seguita, al fine del progetto di Bilanciamento.

Con offerta consapevole di 30 € Euro, spese comprese di spedizione:

IBAN: IT 24J 02008 03805 000003938263 MORCONE CARMINE
UNICREDIT VIA MAZZINI, 10 CAMPOBASSO (CB) FILIALE N. 30350

 

 

 

IL VIDEO DELLA DURATA DI OLTRE 4 h COMPLESSIVE  :

INCONTRO DI RAPALLO 2013 3h10′ :

INDICE:

1. L’ANATOMIA DEI DENTI

2. LE MOVIMENTAZIONI DELLA MANDIBOLA

3. LE SIMMETRIE (LATO ALTO -LATO BASSO)

4. OCCLUSIONE E POSTURA

5. RAGGIUNGERE LA SIMMETRIA. LE MANOVRE DI CONTROLLO

6. IL BITE COME SCUOLA DI BILANCIAMENTO

7. CONCLUSIONI

RELATORI: IGOR BARRA, ADRIANA VALSECCHI

INCONTRO DI RAPALLO 2012 CON MEDICI E TECNICI DURATA 60′

RELATRICE : ADRIANA  VALSECCHI

La Diagnosi veloce della malocclusione si fonda sulle asimmetrie facciali, sulla postura e sulle risposte del paziente durante le manovre muscolari di tensione.
Le Posizioni occlusali fondamentali (occlusione centrica, relazione centrica e posizione di riposo). L’occlusione centrica e la relazione centrica sono situate su due piani diversi. Nessuna delle due è la posizione abituale.
I Test muscolari per il controllo dello sbilanciamento ai fini di valutare:

– l’asse di centrica;
– la posizione del mento;
– l’inclinazione del piano occlusale e l’altezza dei settori posteriori;
– i precontatti di icp;
– i precontatti di relazione centrica;
– i precontatti di guida incisiva;
– i precontatti di guida canina;
– i precontatti di tipo spaziale;
– gli scivolamenti unilaterali.

Il Bite rigido inferiore: conformazione e spessore.
a. L’anatomia dell’arcata superiore come prima preoccupazione dell’operatore.
b. I punti di contatto fondamentali vedono cuspidi palatine poggianti su fosse del bite inferiore.
c. Le vie di uscita laterali per lo svincolo sul canino.
d. La preparazione dei versanti di retrusione e la verifica degli stop.

IL VIDEO / DVD DI OLTRE 4 ORE,  HA UN COSTO DI OFFERTA PER L’ASSOCIAZIONE DI  € 30,00 CON EVENTUALI SPESE DI SPEDIZIONE COMPRESE.

Ordini c/o email: karmine71@yahoo.it

 

libro appim

IL LIBRO + APPUNTI ROSSI   di A. Valsecchi
L’autrice è una ex-paziente che non ha voluto rassegnarsi ad una riabilitazione a metà. Essa è riuscita ad individuare le manovre necessarie al lavoro riabilitativo. Le ha descritte in dettaglio con il desiderio di aiutare quei pazienti che si fossero venuti a trovare nella sua stessa situazione. Ha quindi proseguito con l’intento di informare anche i dentisti e gli odontotecnici.

Il volume ha 200 pagine tra testo, foto a colori e disegni e un allegato di 80 pagine sul Bilanciamento Mandibolare.

Le metodiche muscolari esposte nel volume consentono di rilevare le mancanze di supporto dentario e lo spostamento anomalo della mandibola; rappresentano rapidi sistemi di ricerca del corretto posizionamento; non si contraddicono fra di loro; sono indispensabili nella risoluzione delle malocclusioni di vecchia data, considerate da tutti le più complesse da guarire, sempre che il paziente sia collaborante.

Per coloro che oltre ai test di controllo volessero capire di più vi sono nel volume alcuni capitoli dedicati allo schiocco mandibolare, al bruxismo, all’altalena mandibolare, all’asse di centrica, agli stop di retrusione, all’altezza dei settori posteriori, all’individuazione e all’ eliminazione dei precontatti sbilancianti ecc.

La spedizione del LIBRO con l’ALLEGATO avverrà per posta in contrassegno per € 100,00 tutto incluso.

L’ordine può essere inoltrato via posta all’APPIM – Via Mameli, 9 – 20129 Milano oppure via fax al N. 02 – 7610044 oppure via E-Mail

L’acquisto del libro dà diritto ad una consulenza gratuita telefonica e via internet.

Verranno spiegate le manovre muscolari; verrà chiarito il tipo di malocclusione esistente e la corretta traiettoria che quella mandibola dovra’ raggiungere a fine riabilitazione.

NON FACCIAMO L’ERRORE…

vesuvius-from-posillipo-1

Non facciamo l’errore dove prima, per mesi e mesi o anni, si fa con la più ampia disinvoltura e allegramente di tutto e di più in bocca con metodi illogici e terapie già fallimentari al solo leggerle o fumose, poco chiare…e poi quando si arriva ad APPIM….iper-cauti, come se si camminasse sulla lava ardente. Non lo facciamo questo errore gravissimo per la sola paura di “fare errori”. Imparare dagli errori.

E se si è troppo cauti però non si fa nulla..e quell’ultima casa che il vulcano della malocclusione ha fortunatamente salvato, verrà a rovinarsi per incuria…e così il corpo. E non ci sarà poi alcuna terapia per tornare indietro, nemmeno appim.
Non parliamo a chi ha compensazioni e può farcela senza bilanciamento anche se avesse bisogno e in libertà sottostima i problemi, ma a certi malocclusi gravi, mettendo conto di sbagliare anche un pochetto per poter ritornare subito con capacità e conoscenza e consigli, sulla terra ferma. Di malocclusione e con errate terapie così come senza far nulla, per alcune persone sfortunate, si muore.
Finché c’è vita c’è speranza, ma anche agire di conseguenza e con buon senso.

PREVENIRE GLI INFORTUNI SPORTIVI E RISTABILIRE SIMMETRIA MUSCOLARE

  • CROSSFIT SBILANCIAMENTO
    L’atleta sopra fotografato è sbilanciato di bocca. Si nota con evidenza la diffferenza tra le due guance e lo sforzo maggiore che sta facendo per sollevare l’asta con il SUO braccio sinistro. L’asta del bilanciaere rimane bassa nonostante lo sforzo maggiore. E quindi la sua guancia sinistra è muscolarmente più corta dovuto all’occlusione dentaria del lato destro, e l’asta quindi rimane bassa. Dipende da un rapporto sbilanciamento muscolare mandibolare
    Osservate il gomito di sinistra dell’atleta: è più basso dell’altro e cede, così come cede la spalla; per cui alzando il bilanciere sicuramente l’asta rimarrà storta, più bassa sempre a sinistra.
    Sappiamo quindi ora bene come fare per risolvere il suo Sbilanciamento. Se non lo sapete ancora, vuol dire che serve studiare bene i testi e il Video, così come partecipare attivamente agli incontri.
    La Sbarra ti dà delle certezze sull’altezza da dare all’ultimo molare che generalmente è sempre carente (rispetto al primo premolare che imposta la linea del sorriso e quindi fa da riferimento )
    E’ piu’ facile che i molari siano troppo bassi rispetto al primo premolare., per esempio alla SBARRA, perché se fossero troppo alti i premolari non contatterebbero proprio. E’ per questo che insistiamo sul primo premolare che contatti e che faccia da riferimento (niente morso aperto, niente morso profondo). 
    L’altezza anteriore data dal premolare la decidiamo noi sui denti, purché non si perda la guida incisiva, non si vada quindi in MORSO APERTO , poi nel bilanciamento finale bisognerà operare dei piccoli molaggi sui rialzi in composito fatti sui denti naturali o sulle capsule in zona posteriore…e quindi il morso anteriore si chiuderà senza problemi.
    A. Valsecchi a cura di C. Morcone, 2015 

DIGERIRE LA VITA COL BILANCIAMENTO MANDIBOLARE

colitis

Il corpo è un meccanismo complesso e delicatissimo seppur resistente che risente in varie sue parti dello sbilanciamento, non solo in bocca..anzi..Le fitte toraciche, idem i disturbi alle gambe e al basso ventre…se ne vanno in corso di Autoriabilitazione. Il funzionamento degli organi è soggetto ad una attività che nei malocclusi è disturbata dal corpo storto, ruotato, in torsione, visto che la colonna vertebrale può farlo e i muscoli sono adesi e fasciano completamente gli organi, dal diaframma in giù poi ci sono organi digestivi e dell’apparato escretorio. Essi saranno spesso infiammati.

I MALOCCLUSI NON DIGERISCONO BENE per tanti motivi, (si dice che l’intestino sia un secondo Cervello) non ultimo il fatto che la malposizione di essi, dovuta anche se non in maniera principale allo sbilanciamento mandibolare che si ripercuote sul corpo intero. Serve del tempo e una buona alimentazione eliminando i cibi che sensibilizzano e si reputano tossici per sé, e l’associazione tra essi, non solo abbassando la quantità. Anche se non serve SOLO il bilanciamento, ma consente agli organi di lavorare secondo la posizione che gli è propria.
I vari sintomi aumentano invece l’ ANSIA , il PANICO, che va via in modo duraturo quando si raggiunge un discreto bilanciamento ma non per Consapevolezza: va via per un discorso meramente fisico, di contatti, di certezza nell’ingranaggio, senza ragionamenti filosofici che non servono in questa sede. Il fatto di chiudere in maniera anomala, sempre diversa, con scivolamenti, con vuoti sia in riposo che muovendo il collo, che in tensione muscolare con i Test APPIM dove si può verificare senza ombra di dubbio in maniera precisissima, il CORPO RICONOSCE più del conscio.
I sintomi sono messaggi che vanno interpretati correttamente.

A Bilanciamento discreto, l’ANSIA, I PROBLEMI INTESTINALI, le fitte, certe gastriti, infiammazioni urinarie…dovrebbero essere un ricordo. Certo però mangiate bene, leggero, fatevi fare una buona scheda personale da nutrizionista magari scartando via via alimenti e integrando meglio verdura frutta cereali integrali e togliendo gli integratori, i farmaci antispastici, e addirittura come sento, (orrore) gli antidepressivi per la colite.
BILANCIATEVI, mangiate SANO e MOVIMENTO con continuità. Mettersi fretta positiva non dà ansia. Siate carichi al 100% di ENTUSIASMO per iniziare il percorso di auto-Bilanciamento.

C. Morcone , 2015

SBARRA: TEST MUSCOLARE DI CONTROLLO

Crossfit Pescara (PE)

Crossfit Pescara (PE)

Il testa della ‪#‎sbarra‬ ‪#‎appim‬
per controllare lo sbilanciamento occlusale residuo..Battere velocemente con leggerezza i denti più volte. Unico il contatto solido percepito, quello da non toccare.. La prova della Sbarra dà sicurezza: appesa con le braccia alzate ad una sbarra o in autobus, cedendo sulle ginocchia, e battendo i denti avrai la sicurezza del punto di contatto più alto della bocca con bite e anche senza bite. Bisogna pensare di arrivare a pareggiare i due lati: destra e sinistra debbono chiudere contemporaneamente (da primo premolare a ultimo molare) quando sei appesa.

Solo così la bocca si raddrizza e tutto il resto…
Tieni presente che il bite (inferiore) va lavorato con attenzione e pazienza…fosse, stop, precontatti, guide..tutto va valutato con le manovre. Bisogna organizzarsi bene in casa: tavolino, luce forte che illumini bene i denti, specchio con gambo alto, scottex, resine a freddo tipo Lang Splintline, trapano incisore Proxxon GG12 kit completo con frese diamantate da 2.4 , cartine blu pelikan 205 da 3 micrometro. 

whHrKV8iVSM

E ancora: la prova della SBARRA va eseguita con calma e concentrandosi  bene quando sbatti i denti, probabilmente sentirai un solo contatto deciso in un lato, su un solo dente che probabilmente sarà un premolare; se è a destra, vuol dire che sei basso a sinistra e viceversa.
Da benoccluso devi sentire 4+4 denti che sbattono contemporaneamente e nessun contatto con il gruppo frontale (incisivi e canini).
Dai un’occhiata anche alle spalle, qual’è la più alta, quale la più bassa? Qual’è il braccio forte? Da che orecchio soffri maggiormente di acufeni? E così via…

a cura di C. Morcone , 2015

LA STRADA DELLA SALUTE E’ GIÀ TRACCIATA, SEGUILA

c0ApBRAURv4

Chissà perchè, persone che sono migliorate tantissimo per loro stessa ammissione e che poi hanno fatto i minestroni gnatologici, impauriscono gli altri che vogliono iniziare sulla difficoltà di studiare a memoria la teoria e insinuano che non saranno seguiti e aiutati nel loro percorso di bilanciamento..e la risposta per ora è solo quella di creare, magari inconsciamente, dubbi su dubbi, quando di dubbi non ce ne sono affatto. Siate forti, siate rigorosi al 100% senza farvi sviare.
Basta concentrarsi sulle modifiche e sull’applicazione delle manovre muscolari, molto semplicemente e con chiarezza, ascoltando sempre i consigli anche quando sembrano strani, non focalizzati…prima di mettere il vostro intuito, ragionate matematicamente, con logica ferrea su quello che diciamo. Vi salverà la vita e ci darete ragione, convenendo sempre con noi. In poche parole fidatevi..quello è il grosso scoglio.

Senza Fiducia e ascolto non ci può essere alcun consiglio, scambio o aiuto. Inutile che perdiamo tutti del tempo prezioso. Cerchiamo piuttosto professionisti seri e preparati a salvarci i denti, dritti di schiena e di mandibola e che abbiano bilanciato se stessi positivamente, e altri esperti di endodonzia, capaci di saper leggere a fondo una radiografia, colloquiali ma pratici e che possano dare agio al paziente di poter fare da solo per ciò che gli compete in autonomia e poi controlli cadenzati e finalizzazione..e che abbiano un continuativo rapporto di discussione e miglioramento della pratica con noi Appim…altre strade non ve ne sono.

Coraggio la strada è in salita ma sapete che essa non è oscurata o buia, è già stata tracciata con luci cartelli e indicazioni stradali , basta leggerli attentamente.

a cura di C. Morcone, 2015

IL BACIO : MANOVRA MUSCOLARE APPIM

Alessio Consorte 2015

Alessio Consorte 2015

Eseguire la Manovra muscolare autonoma APPIM del Bacio non significa portare in avanti il mento.
i denti rimangono dove sono, in intercuspidazione, cambia solo muscolarmente il rapporto tra le arcate. Come si attua?
Stringendo i denti e concentrandosi sui premolari in contatto, bisogna stringere le labbra portandole in avanti, senza avanzare con il mento: BACIO.
La testa se cadere in avanti è per mancanza di spessore sui molari. Spessorandoli il collo si verticalizza in maniera positiva, così come la testa. In presenza di morso profondo si ha tendenza a sostenersi contro gli incisivi protrudendo la mandibola. Rialzando le zone posteriori per eliminare il morso profondo, non c’è più bisogno di sostenersi contro gli incisivi né quindi di protrudere.

(In foto Alessio Consorte e amica)

a cura di C. Morcone, 2015

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: