TECNICHE DI COMPORTAMENTO PER GUARIRE

meaningful-affiliate-relationships-2.jpg

Lasciatemi spiegare la realtà dei fatti, una serie di situazioni surreali, quella in cui spesso mi capita di essere spettatore e non da una settimana o un mese, ma da anni e anche molti. Succede che dico e spiego alla persona che l’APPIM è come una scuola, dove bisogna ovviamente partecipare a diversi incontri e controlli per diventare autonomi. Tutto sembra chiaro, tanti sì con la testa. E invece no, macchè, niente. Tutto è dimenticato e oscuro. Quindi coloro che non riescono a bilanciarsi, al netto di incapacità manifeste manuali e di comprensione, benchè come ad una scuola uno cerca di dare una possibilità (una però, non due) a TUTTI.  Ecco quindi che fatto un corso, fatto un incontro, spiegato tutto, poi tutto tace. Silenzio e dubbi. Certo è un doppio problema ed imbarazzo quando poi invece ti chiamano quando si sta male..E perchè si sta male? Ma ragazzi e ragazze, è così ovvio: perchè si è preso tutto sottogamba, tutto superficialmente, tutto come se un paio d’ore un bambino volesse prendere una laurea..una illusione infantile che bisogna quindi senza dubbio troncare  subito. Impossibile dare alcun tipo di consiglio certo senza la persona e senza una conoscenza verificata e verificabile volta per volta. A scuola ci sono le presenze minime, le firme, le ore, certo a parità di comprensione, ma in genere i malocclusi che arrivano sono tutti molto intelligenti e capaci, forse anzi fin troppo sicuri delle loro flebili capacità. E questo peggiora il mio giudizio, perchè si, io giudico ed anche parecchio e soprattutto me stesso, visto che ho la responsabilità di ciò che insegno però non quello di ciò che l’altro assume, come d’altronde ogni insegnamento ed il mio livello è altissimo, non applico alcuna selezione, faccio in modo che la persona se non ne è capace si autoescluda. Solo chi ascolta attentamente e anche al volo, pur se ripeto qualche volta ma non certo dieci volte lo stesso concetto, può successivamente aspirare ad esser autonomo. E infatti solo quelli che seguo costantemente e ho visto di più sono quelli che hanno risolto e stanno risolvendo, gli altri…no, non credo, non mi pare proprio, leggendo di sfuggita determinate frasi e qualche foto, e poi, siamo onesti, i malocclusi li conosco molto meglio di quanto essi stessi si conoscano. E non potrebbe essere altrimenti. Siete un libro aperto tutto da leggere e tenere stretto oppure no. Dipende dalla persona.

Ci sono troppe questioni che leggo assolutamente non pervenute, non lette, non considerate e solo chi conosce a fondo situazioni, casi, ormai di persona molte centinaia, solo facendo riferimento e ascoltando esattamente ciò che si spiega e costantemente applicarsi si possono ricevere certi benefici, certi “miracoli”. Purtroppo per certi risultati, bisogna faticare. E per ottenerli però bisogna confrontarsi con chi ne conosce a pieno, non immaginare, indovinare o chiedere a chi ne sa di meno..che magari invece crea ancora più confusione, oltre ad errate autoconvinzioni. Che io sia molto rigido è noto, non potrebbe essere altrimenti, bisogna essere ferrei e teutonici quando serve e scherzare quando è il momento, in allegria.

Agli incontri bisogna partecipare, se si hanno dubbi bisogna chiedere, con gli strumenti adatti..non si può bilanciare via internet..non certo per chi ha troppi problemi e tante questioni fisiche da risolvere. Questo per capirci al volo nel momento in cui ci si sente al telefono o via email e per non reiniziare di nuovo discorsi e spiegare questioni basilari, per avanzare nella teoria e nella pratica, per guarire.

Quindi, invito chi ha ancora grossi dubbi, naviga in alto mare, viaggia a vista, ha eliminato qualcosa ma non ha compreso certi argomenti pratici su di sé a ricontattarmi via email:appimlab@yahoo.it . Perchè servirebbero almeno  4, 5, 6 incontri. Almeno per essere autonomi. Quali gli argomenti dubbi? Ce ne sono diversi, come le altezze, l’inclinazione delle fosse, l’inclinazione dei versanti di stop, le uscite dalle fosse in maniera di creare una funzione muscolare coerente, l’asse muscolare, l’asse di pressione, la torsione, far riportare il corpo simmetrico, un occhio non più piccolo dell’altro, una bocca non più storta, un sorriso armonico, una spalla simmetrica all’altra per quanto possibile, una guarigione di scoliosi, di gamba falsamente lunga o corta, di problemi neurologici agli arti, dei dolori alle anche, degli acufeni e ovattamenti, del collo rettilineizzato che torna con la sua curva fisiologica senza perdere verticalità…e una mente sana, libera e scevra da elucubrazioni nevrotiche e disturbi tipiche della malocclusione, dell’ansia costante e anticipata, del senso di frustrazione, delle insonnie, delle parafunzioni.. e così via. Quindi invito tutti costoro di rimettersi in contatto con me o Adriana per partecipare al suo incontro e con me per capire come incontrarsi in qualche modo per continuare, migliorare guarire e quindi finire, non pensare più ai denti e fare altro nella vita, finalmente. Perchè non ci sarà sempre l’aiuto…

Carmine Morcone, 2016 appimlab amministratore 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: