La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘apertura’

LA BOCCA BILANCIATA

Immagine

LA BOCCA BILANCIATA E LA BOCCA SBILANCIATA

Se la Mandibola è scoordinata a causa anche dell’azione del menisco (disco articolare).

Esistono vari tipi di risposta così come esistono tanti tipi di malocclusioni e i danni al menisco sono anch’essi di varia entità o gravità…
Il menisco danneggiato da anni di mal posizione dei condili altera sempre la movimentazione della bocca, la devia, la obbliga a scattare e ad aprirsi “a baionetta”.

Anche a mandibola bilanciata quel menisco danneggiato obbliga la deviazione ma solo in un tratto intermedio dell’apertura-chiusura. Il paziente riabilitato apre su un piano bilanciato, poi devia a causa del menisco, e spalanca alla fine in simmetria con il piano iniziale.
Il maloccluso invece apre già stortando la bocca, devia ulteriormente e spalanca in asimmetria totale… 

E’ per questo che il kinesiografo va in confusione nel tracciato quando il paziente ha questo tipo di menisco…ovvero il dentista non riesce a capire come mai nell’apertura esista questa traiettoria anomala intermedia, ammesso che la mandibola abbia raggiunto un buon bilanciamento nel frattempo…

Nel disegno che rappresenta due bocche, una delle quali è perfettamente bilanciata visto che apre e chiude in simmetria… la stessa bocca, a menisco perforato devia nella fase intermedia.

Nel disegno in basso la mandibola sbilanciata apre storta e chiude storta, e anche nella fase intermedia sarà sempre storta sia che il menisco sia integro sia che sia danneggiato.

Se quindi la bocca è sbilanciata nei confronti della mascella e dei muscoli che la reggono, la traiettoria di movimentazione nelle varie direzioni (menisco o non menisco) ha molte probabilità di avvenire su un piano male inclinato ammesso che il menisco non si intrometta nella movimentazione perché integro.

Il tracciato regolare può’ dare il via libera alla ricostruzione dei denti. e il dentista deve saper pero’ ricostruire sui denti sia le fosse che gli stop di retrusione e le guide canina e incisiva, perché la riabilitazione consta di due aspetti:

1) Il Bilanciamento spaziale di mandibola e condili (l’ATM) e 
2) L’impostazione dei punti di contatto secondo le regole di occlusione.

I denti non ragionano e non accettano compromessi: i denti esigono contatti secondo le loro regole, non secondo le teorie gnatologiche dei tanti specialisti, perchè la schiena diritta vuole sempre il bilanciamento spaziale (rapporti muscolari bilanciati) ma le gengive e la stabilità dei denti rispondono alle regole occlusali.

Non basta cioè solo impostare spazialmente un’articolazione; bisogna assolutamente impostare anche il secondo aspetto, quello occlusale.

(A.V.)

Foto da: “Teoria di Occlusione Muscolare” di Adriana Valsecchi pag. 16  – © 1993 Ed. APPIM Valsecchi Milano. 

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: