La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘basi’

I TEST MUSCOLARI

test muscolari appim

test muscolari appim

I TEST MUSCOLARI SONO:

BACIO – Massima InterCusPidazione (ICP o OC)

Stringendo le labbra a “O” , senza spostare il mento in avanti e senza aspirare, la mandibola chiude nella posizione di fossa, anche se in caso di mandibola deviata il Bacio non possiede sufficiente forza muscolare per riportare l’articolazione in asse corretto come invece succede per la prova dell’aspirazione a denti ravvicinati (la Coca Cola)…
Il test del Bacio serve ad evidenziare il premolare piu’ alto.
Se il paziente sente invece contatto sul molare significa che i premolari sono troppo bassi o che il molare è troppo alto.
Solo i premolari debbono essere posti in evidenza da questa prova..
anche il test della Sbarra evidenzia la situazione delle fosse, e non solo quella dei premolari.
E come? Tutte le fosse a destra e a sinistra debbono contattare alla Sbarra immediatamente alla chiusura..se non contattano significa che manca dimensione verticale su tutti gli elementi meno uno, l’unico dente che il paziente percepisce quando è appeso e batte i denti.

COCACOLA – Massima Retrusione

Il test della Massima Retrusione richiede uno sforzo notevole di aspirazione a denti ravvicinati e labbra strette a “O”.
La muscolatura di guance, mento, collo tesa al massimo della potenza
con labbra strette a “O” nell’aspirazione porta automaticamente mandibola, condili e denti in massima retrusione o relazione centrica sull’asse muscolare corretto. Tutto ciò senza bisogno di alcun intervento manuale che fuorvierebbe dalla giusta traiettoria.

LO SBADIGLIO

Infilando gli indici nei meati acustici bisogna percepire il rientro in simmetria di legamenti e condili…
Un orecchio “vuoto” significa mandibola fuori asse..
Uno scalino o una compressione eccessiva sull polpastrello indica sbilanciamento…
Ambedue le orecchievuote indicano eccessiva protrusione mandibolare..

ALTALENA DEI MASSETERI


L’altalena dei masseteri è una prova da farsi solo a bilanciamento inoltrato per valutare le residue differenze di altezza tra i due lati.
Chiudendo occhio e denti prima da un lato e poi dall’altro le sensazioni di contatto devono esistere, ma essere lievi…non bisogna sentire un vuoto deciso da un lato e l’impossibilità di staccare i denti dall’altro.

Questa è la base per l’auto-valutazione, da fare ogni volta che lo si desidera e in fase di auto-riabilitazione, e col proprio professionista di fiducia.

[A.V.]

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: