La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘cause’

CAUSE ASCENDENTI O DISCENDENTI?

Screen-shot-High-Heel-X-ray1-327x450

CAUSE ASCENDENTI O DISCENDENTI?

Una domanda: Quando sussiste un problema di occlusione ed al tempo stesso di postura (bacino sbilanciato , fastidi al ginocchio, piede valgo ) a chi ci deve rivolgere per capire se l’occlusione sia la causa (problema discendente) o la conseguenza del problema (natura ascendente del problema)..? Quali verifiche eseguire? A chi rivolgersi?
…Oppure è valida l’ipotesi che vede il corpo come un sistema unico, per cui, ri-armonizzando uno degli organi squilibrati (occlusione, appoggio podalico) si riequilibra automaticamente tutto il sistema posturale, a prescindere da quale sia il reale organo responsabile dello sbilanciamento…?  Io, ad esempio, mi sono rivolto ad un fisioterapista-osteopata-posturologo che ha eseguito vari test ( Barrè, convergenza oculare, rotatori ) ed ha confermato il problema occlusale con conseguente coinvolgimento compensatorio degli arti inferiori. Ci credo, per carità. Ma come avere una controprova? Chi mi dice che il suo protocollo diagnostico sia quello giusto, unoversale?

Si rischia di correggere qualcosa che non è disfunzionale e non trovare mai la soluzione al problema.Faccio molta confusione in merito a tutto ciò anche per via degli specialisti che hanno teorie e scuole di pensiero diversificate in tal senso.

GRAZIE

Già, è una situazione comune. Noi non parliamo per gli altri ma per noi stessi . Ti parleranno però di vaghe “multidisciplinarietà di approccio e competenze”...dove nel migliore dei casi vi siano odontoiatri, maxillo facciale, fisioterapistia, neurologo, ortottico, logopedista e mental coach/psicologo, ma con quale pratica? Tira tu che tiro io il paziente…è questo, è quello, ed è anche quell’altro…e si entra nel circo gnatologico. Tempo: tanto, Soldi: tantissimi…Attese: enormi Sicurezze: inizialmente tanti sorrisi..Poi, le mezze verità e le mezze o intere delusioni. Soprattutto nei casi importanti.Se tutte queste persone non sono capaci di interagire e insegnare al paziente che è al centro la sua persona interamente, se nessuno o pochi o uno solo dei professionisti conosce il metodo muscolare di controllo APPIM, che dialogo si può avere? Inefficace e parimenti i risultati saranno inefficaci e poco proficui. E’ sempre il paziente che deve sapere qual’è la sua posizione nello spazio, i contatti dei denti, la funzione muscolare….Certo provare tutto, tutto quello che si riesce, per togliersi ogni dubbio che è meglio fare da soli ed eventualmente con l’aiuto di professionisti che saranno al SUO servizio. Il paziente diventerà cosciente con i test muscolari e via via nel bilanciamento. Mai visti problemi di natura ascendente anche se certo l’appoggio è importante ma non determinante (non sempre). I problemi di postura, ginocchio e camminata si eliminano col bilanciamento muscolare, ma che sia corretto..non inventato. Questo lo conosce l’Appim perchè ha risolto e abbiamo le certezze.Chi più dei pazienti che girano, hanno la percezione che l’uomo è un sistema unico, dato che poi hanno pure il possesso della malattia…? nessun altro.Noi ci stiamo provando a ritrovarci con professionisti, principalmente dentisti e tecnici che sono quelli elettivi per applicare il metodo. Solo professionisti che abbiano sviluppato capacità di autoriabilitarsi possono operare coscientemente..gli altri ragionano per ipotesi. il fisioterapista fa terapia coadiuvante dei pazienti disfunzionali…che non è cura…è andare avanti..I corsi, quando ne fanno magari in un weekend a 300 euro..questo se è già illuminato. Di denti però non se ne parla nei corsi..né della funzione muscolare né dei test muscolari per intercettare le posizioni occlusali spazialmente corrette. Noi si. Nel dubbio continuare a fare visite…il fisioterapista osteopata posturologo può ammettere che vi sia un problema occlusale ma tutto si ferma li, all’ammissione. E i denti? chi ci pensa ai denti? nessuno. Perchè? perché nessuno si riabilita di questi professionisti…anche per qualche mese capirebbe subito cosa e come migliorare le sue diagnosi e cure. (C. Morcone)

duckfeet

Il punto è di rendersi conto, prima che gli altri te lo dicano in faccia, che ti stai ingobbendo…che dondoli le spalle…che hai un mezzo torcicollo…e così via. Che fare? Quello che dovrebbero fare tutti gli Italiani che non abbiano avuto un trauma alle gambe in precedenza…e cioè ?Cercare un cancello, una scala, una sbarra e appendersi a corpo morto con le due braccia tese in alto…e battere i denti. Ne sentirai uno solo in contatto solido pur avendone 4 per parte…come mai ? Cosa significa secondo te? Significa che devi correre ai ripari, non perché te lo diciamo noi, non perché te lo possa dire il Medico che di riabilitazione posturale a partire dai denti certo non se ne intende. Lo farai solo per affrontare un difetto evidente. Se denti abbiamo in bocca non è ammissibile che appesi a corpo morto ne sentiamo uno solo in contatto solido. Questo non è logico, non è giustificato, non deve essere sottostimato, perché il problema esiste a livello dei denti e va affrontato con la curiosità di vedere nel corpo le conseguenze di un tale riequilibrio dentale (spessoramento dei denti inferiori). Lo si fa dapprima con curiosità, con scetticismo e poi via via ci si rende conto della necessità di proseguire perché alle situazioni difettose bisogna porre rimedio e le conseguenze non possono che essere positive. I test muscolari ci indicheranno quando arriveremo alle simmetrie di contatto e a quel punto non potremo più procedere ulteriormente. Quindi per riassumere: la giusta diagnosi spetta a te, in questo caso. Appeso senti un dente solo dal lato della spalla alta? Cosa vuoi di più? Metti uno spessore dal lato che non senti e finalmente capirai che contattare sui due lati contemporaneamente ti dà sicurezza e energia e ti raddrizza di spalle e di schiena.

Se appeso senti un dente solo e non Quattro per parte contemporaneamente, significa che gli altri Sette denti sono carenti di spessore. Come sappiamo, la mandibola con i suoi denti si usura normalmente in modo obliquo e quindi c’è una logica. La questione della gamba corta o di questioni ascendenti non c’entrano con i contatti quando ti appendi. Puoi essere anche senza gambe ma sbilanciato di mandibola.

Quindi smettiamola di credere alle cause ascendenti, dato che queste non possono modificare l’ingranaggio dei denti. Possono modificare il modo di camminare, la postura, ma non l’ingranaggio. Anche se è chiaro che in Italia le persone bilanciate che contattano alla sbarra sui due lati contemporaneamente sono sì o no il 2 %, pertanto a fronte di cause discendenti sempre presenti, le cause ascendenti sono praticamente zero o quasi e a fronte di un trauma dell’ATM è meglio soprassedere in attesa che i legamenti si normalizzino e poi partire col bilanciamento.

 (A. Valsecchi)

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: