La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘cervello’

DIGERIRE LA VITA COL BILANCIAMENTO MANDIBOLARE

colitis

Il corpo è un meccanismo complesso e delicatissimo seppur resistente che risente in varie sue parti dello sbilanciamento, non solo in bocca..anzi..Le fitte toraciche, idem i disturbi alle gambe e al basso ventre…se ne vanno in corso di Autoriabilitazione. Il funzionamento degli organi è soggetto ad una attività che nei malocclusi è disturbata dal corpo storto, ruotato, in torsione, visto che la colonna vertebrale può farlo e i muscoli sono adesi e fasciano completamente gli organi, dal diaframma in giù poi ci sono organi digestivi e dell’apparato escretorio. Essi saranno spesso infiammati.

I MALOCCLUSI NON DIGERISCONO BENE per tanti motivi, (si dice che l’intestino sia un secondo Cervello) non ultimo il fatto che la malposizione di essi, dovuta anche se non in maniera principale allo sbilanciamento mandibolare che si ripercuote sul corpo intero. Serve del tempo e una buona alimentazione eliminando i cibi che sensibilizzano e si reputano tossici per sé, e l’associazione tra essi, non solo abbassando la quantità. Anche se non serve SOLO il bilanciamento, ma consente agli organi di lavorare secondo la posizione che gli è propria.
I vari sintomi aumentano invece l’ ANSIA , il PANICO, che va via in modo duraturo quando si raggiunge un discreto bilanciamento ma non per Consapevolezza: va via per un discorso meramente fisico, di contatti, di certezza nell’ingranaggio, senza ragionamenti filosofici che non servono in questa sede. Il fatto di chiudere in maniera anomala, sempre diversa, con scivolamenti, con vuoti sia in riposo che muovendo il collo, che in tensione muscolare con i Test APPIM dove si può verificare senza ombra di dubbio in maniera precisissima, il CORPO RICONOSCE più del conscio.
I sintomi sono messaggi che vanno interpretati correttamente.

A Bilanciamento discreto, l’ANSIA, I PROBLEMI INTESTINALI, le fitte, certe gastriti, infiammazioni urinarie…dovrebbero essere un ricordo. Certo però mangiate bene, leggero, fatevi fare una buona scheda personale da nutrizionista magari scartando via via alimenti e integrando meglio verdura frutta cereali integrali e togliendo gli integratori, i farmaci antispastici, e addirittura come sento, (orrore) gli antidepressivi per la colite.
BILANCIATEVI, mangiate SANO e MOVIMENTO con continuità. Mettersi fretta positiva non dà ansia. Siate carichi al 100% di ENTUSIASMO per iniziare il percorso di auto-Bilanciamento.

C. Morcone , 2015

Annunci

CHE COSA SUCCEDE DENTRO DI NOI?

Durante il Bilanciamento, cosa succede dentro di noi?
Via via che cambiamo la posizione occlusale da patologica, sconnessa, incongrua, a coerente, muscolarmente coerente, che risponde esattamente a determinate regole che non ha scritto nessuno ma esistono nella natura e da esse non si può certo prescindere se non cercare di avvicinarsi grandemente attraverso l’occlusione muscolare appim, riequilibrando la posizione della mandibola, quindi gli stimoli meccanici e più sottili, il sistema nervoso centrare registra e si riporta a quella condizione forse nemmeno originaria ma che conosce come “ideale” e riavvicinandosi a quella posizione che diventa “reale” vi è una rispondenza continua tra il livello sub-cosciente di ricezione per le afferenze somatosensoriali talamico a livello conscio, perchè tramite i test e le 4 manovre muscolari appim posso coscientemente arrivare a quella posizione “reale” che il mio corpo giudica la migliore possibile, percettivamente possibile, senza il predominio dell’emotività e senza ombra di dubbio, visto che test incrociati e cartine e Sbarra non possono onestamente dire cose diverse. Il benessere fisico agisce tranquillizzando ed energizzando le reazioni psico emotive, il contrario è molto più difficile e meno solido.

Basta un raffreddore per innervosire una persona, pensiamo a tante malattie tutte assieme nella stessa persona che non sono nemmeno connesse tra loro apparentemente e peraltro anche intermittenti a distanza anche di anni. Eppure noi le abbiamo risolte e il corpo stesso le dimentica, se non fossimo sempre a contatto con altri malati..il corpo rimuove il male se può e lo fa con estrema velocità perchè è fatto per vivere in serenità ed energia, non per patire.

Tutto sta a tradurre le sensazioni nette e sottili e agire di conseguenza. E questo è compito di chi istruisce se stesso e di conseguenza agisce sia a livello superficiale che profondo nel proprio Essere.

CERVELLO E BILANCIAMENTO

john_3385

John Medina

Grazie alla neuroscienza si è evidenziato che quello che facciamo e che impariamo nella vita modifica FISICAMENTE il nostro cervello, ne rimodella le connessioni. Letteralmente.
Grazie alle modifiche sul nostro corpo in maniera positiva, modifichiamo anche necessariamente e di conseguenza, le reazioni fisico-chimiche ed emotive. Forse è questa una delle chiavi del perchè già a metà Bilanciamento l’ansia sparisce, tanti pensieri e reazioni appaiono come appartenessero ad un’altra persona più fragile, e certe situazioni incomprensibili appaiono, via via, chiarissime e precise sia razionalmente che in maniera emozionale.

in tal caso leggere:

J. Medina-Il cervello, istruzioni per l’uso –  Bollati Boringhieri 2008, 2010.

MALOCCLUSIONE E DETERIORAMENTO COGNITIVO

22sleepwell-tmagArticle-v2

MALOCCLUSIONE E DETERIORAMENTO COGNITIVO. BILANCIARSI DIVENTA UN BISOGNO PERSONALE.

Scoperta una connessione tra il russare e le apnee notturne e l’insorgere anticipato del deterioramento cognitivo lieve e grave dell’Alzheimer.

Una ricerca del NYU Langone Medical Center di New York conferma quanto detto da APPIM da decenni e confermato nei fatti delle persone bilanciate.

Quando i ricercatori hanno esaminato le persone con MCI o Alzheimer hanno rilevato che l’età media alla quale era insorto il deterioramento cognitivo lieve per coloro con problemi respiratori era di 77 anni contro i 90 di chi nella notte respirava regolarmente.
Per quanto riguarda l’Alzheimer, invece, per chi russava profondamente o soffriva di apnee notturne l’esordio della malattia risultava anticipata di cinque anni a un’età media di 83 anni contro gli 88 di chi non presentava alcun tipo di problema respiratorio. E si presuppone comunque che siano sbilanciate, logicamente, vista l’età.
Quindi chi respira bene ed è quindi bilanciato muscolarmente, non risente né di problemi cognitivi e deterioramento in tal senso, né di altre patologie collegate ad essi.
Meditate, meditate…

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/15_aprile_13/apnea-notturna-russare-declino-memoria-a3922e74-e1c8-11e4-b4cd-295084952869.shtml

NERVO TRIGEMINO CERVELLO E MALOCCLUSIONE

Origine del nervo trigemino

Origine del nervo trigemino

La principale funzione del NERVO TRIGEMINO, che è di tipo misto, ovvero di consentire sia percezione sensibile che comando dei muscoli della mandibola e masticatori, è quella di garantire al volto la percezione delle stimolazioni termiche caldo/freddo, meccaniche (compressione), dolorifiche sia superficiali che profonde (tra i quali il classico mal di denti). Eppure non si pensa mai ai denti…La persona malocclusa può avere questi problemi dove l’ipersensibilità termica, il dolore, le compressioni, ricadono in un mondo dove le diagnosi e i vari specialisti si perdono, tra un farmaco e l’altro, una palpazione e l’altra, una ipotesi e l’altra..sostituendo un semplice bite e l’uso di prove muscolari come quelle APPIM con antiepilettici e barbiturici prima ed ora con benzodiazepine, carbamazepina ed altri antiepilettici di nuova formulazione, con la finestra della chirurgia sempre socchiusa..pronta ad aprirsi anche perchè ad oggi la causa (per loro) è ancora al di là dall’essere chiara.
D’altra parte teniamo conto che su certe cose solo noi ci siamo arrivati e abbiamo risolto, da soli.

Il nervo d’altra parte è interessantissimo. Nasce in una zona profonda dell’encefalo, il tronco encefalico, che potremmo considerare come lo spinotto che collega il cervello, il computer, senza di esso non vi è vita.

Il Tronco encefalico governa i riflessi di molti visceri interni, governa gli automatismi del respiro, regola la temperatura corporea mantenendola costante, il ritmo sonno/veglia. Questo centro nevralgico (per l’appunto) è indispensabile alla vita stessa dell’uomo. Tutto ciò viene a riequilibrarsi necessariamente con il riposizionamento mandibolare. Ne abbiamo fatto esperienza.
Per questo motivo, ogni variazione positiva nel bilanciamento muscolare e conseguentemente spaziale della mandibola in rapporto con le arcate e l’atm, grazie alle posizioni occlusali dei denti correttamente guidati con i Test Muscolari APPIM, garantisce una stabilità non solo di tipo meramente “meccanico” muscolare, scheletrico, ma riconduce all’equilibrio il sistema nervoso e il cervello, e necessariamente, gli umori, l’emotività, i pensieri, l’essere in quanto pensiero e azione, in quanto tale.

 ©2015 C. Morcone

DALL’INFERNO AL PARADISO

Jheronimus Bosch – Due scene del Paradiso – Visioni dell’aldilà 2

Jheronimus Bosch – Due scene del Paradiso – Visioni dell’aldilà 2

DALL’INFERNO AL PARADISO.

Lo sai che il carattere e la personalità migliorano col risolversi dello Sbilanciamento? Non solo.

Non c’è bisogno di arrivare ad assumere una postura perfetta e una occlusione altrettanto bilanciata per trasformarsi di personalità. Già il fatto di sentirsi in asse e con denti che intercuspidano e con collo, gambe e schiena che rispondono in modo nuovo nello sforzo muscolare è sufficiente per sentirsi diversi da prima, per cambiare carattere, per diventare sicuri e allegri e il fatto di essere riusciti a fare bene, ad avere raggiunto quello che sembrava essere impossibile, il fatto di saper raddrizzarci sempre meglio con fatica ma con la sicurezza di sapere che d’ora in avanti l’età non influenzerà più la postura. Tutto questo trasforma la nostra personalità, a parte il fatto concreto che gli impulsi nervosi diretti al cervello non possono piu’ assumere un ritmo anomalo come nel maloccluso.

La persona Simmetrica ha una mente controllata contrariamente a prima, non per sua volontà anche volendo non può più cambiare carattere se non sbilanciandosi nuovamente di denti.

Anche se le reazioni psichiche sono imprevedibili, l’attività disordinata del viso e del collo disturba infatti la trasmissione degli impulsi nervosi che transitano dal midollo cervicale.
Migliaia sono le interconnessioni e le possibilità di reazioni nervose a catena.
Anche se certe zone cerebrali e le funzioni che esse svolgono vengono colpite in modo differente da individuo a individuo, il soggetto ne risulta comunque alterato. Non vive in modo sereno, vive in modo differente da maloccluso rispetto al momento in cui si riabiliterà. Vengono accentuati alcuni lati della sua personalità anche se il portarli all’eccesso si può dimostrare in alcuni casi fruttuoso. Ma non per molto…I continui alti e bassi emozionali frustrano e destrutturano la personalità rendendola “senza pelle”, esposta ad ogni situazione esteriore ed interiore che rendono debole e vacillante la persona, e in ogni situazione non darà il meglio di sé ma ciò che al momento riesce, con grosso sforzo. Tutto sembra insormontabile…tutto è  fatica immane. Ci aspettavamo così la vita adulta da bambini? E’ questo il massimo che si riesce ad Essere?
Raddrizzare la schiena lavorando sui denti significa riportare in simmetria i rapporti muscolo-scheletrici. Ma non solo.
Significa normalizzare i collegamenti venosi, ormonali, nervosi e restituire una funzione fisiologica alle strutture del cervello e agli organi del corpo. Significa avere un cambiamento significativo non tanto nel carattere in sé quanto essere al meglio del proprio carattere, senza avventatezze, senza ansie e dubbi e panico. Tutte emozioni ingiustificate in un corpo bilanciato che lavora al minimo dispendio di energie psico-emotive pur producendo di più. Si torna ad essere in uno stato di tranquillità che prima era impensabile. Questa perlomeno è stata l’impressione che abbiamo tratto dalla nostra esperienza personale nel ritorno in Simmetria Muscolare.

Dall’inferno della malattia si può tornare al paradiso della salute. Significa passare dal sopportare tratti della propria persona ad essere completamente la propria persona. 

La MANDIBOLA è azionata dai MUSCOLI e obbedisce ai MUSCOLI,
i quali obbediscono ai DENTI. 

Qualsiasi ritocco sui DENTI imposta la MANDIBOLA in una nuova inclinazione MUSCOLARE (e anatomica).

[A.V./C.M.]

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: