La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘conoscenza’

LA DIAGNOSI E DECISIONI MEDICHE SONO DI NATURA SOGGETTIVA , NON OGGETTIVA

9NVFmCBCn9E

“Le decisioni mediche, cosi come le diagnosi, sono di natura Soggettiva e dipendono dai giudizi del dentista specialista e dalla sua conoscenza non completamente verificabile. Questo crea un’area grigia dove le diagnosi oneste, quelle dubbie e quelle fraudolente non possono essere distinte” dice J. Quiggle , portavoce di una associazione americana contro i danni ai pazienti. Cosa che si può sottoscrivere chiaramente.
E come si possono distinguere se non leggendo, studiando e rilevando subito la propensione a discutere con i professionisti e quella invece a tentare di relativizzare e minimizzare i problemi e confrontarsi con coloro che dovrebbero essere protetti e tutelati, ovvero i pazienti soprattutto quelli risolti? I pazienti non dovrebbero illudersi nell’onniscienza della medicina, né tanto meno i professionisti possono credere acriticamente alla propria, solo perché ai convegni ci si loda a vicenda e il paziente “si fida” (almeno momentaneamente). Sono trappole psicologiche ben note.
Infatti non si può.
Quindi sono sempre i pazienti, ed è logico così perché è un comportamento da adulti, a farsi carico del proprio bagaglio culturale senza demandare ad altri sulla propria salute per determinate cose, nel momento in cui essi non sono chiari, certi e le terapie non sono coerenti con ciò che i test muscolari e i discorsi che si fanno qui in APPIM LAB.

Annunci

QUAL E’ LA LOGICA PER RAGIONARE E RISOLVERE I PROBLEMI DERIVANTI DALLA MALOCCLUSIONE ?

Z6hDw2EK73c

Secondo una notissima legge della Logica è chi afferma una Tesi a dover provare le sue prove, ed è giusto quindi che noi portiamo le nostre prove, che poi saremmo noi stessi, non protocolli generici, non fogli di carta, non bibliografie né attestati impolverati al muro e nemmeno idee non dimostrabili se non con astrusi calcoli matematici…No, tutt’altro. Abbiamo ristretto il campo a ciò che ci compete e non essendo proprio persone di passaggio nel campo della Gnatologia , ma protagonisti a tutti gli effetti, portiamo con chiarezza a Voi amici e conoscenti e simpatizzanti e dubbiosi da oltre 20 anni le prove. Ma queste poi vanno valutate dagli interessati e curiosi, se si voglia discutere sulla bontà. I test muscolari e le manovre sono lì a disposizione da eseguirsi ad ogni momento.

Non essendo l’APPIM un prodotto, si dà la CONOSCENZA, scusate se è poco. Questo ci pone già anni luce lontano da tutti. Certo siamo responsabili di quello che diciamo e facciamo ma non certo di quello che gli altri comprendono e agiscono, come a Scuola. E’ chiaro e cristallino; Non fa male tanto il professionista che non sa, quanto la persona che, dopo aver saputo ed essendosi impegnata, si perde nei meandri della sua confusione pratica, nei ragionamenti e non ascolta, perchè il futuro di questa lo vediamo già. E spiace avere sempre ragione in tal senso. Anche se certamente cerchiamo di portare sulla via più facile per gli altri, perchè conoscendo le due rive opposte di Malattia e Salute, abbiamo il privilegio non concesso a tutti di capire e tutelare la Salute dei pazienti.

Che motivo c’è di fare tutto questo? Non vi è logica di mero opportunismo ed egoismo, non ci potrebbe essere visto che sono aspetti della malocclusione…Coloro che fanno business sono altri.
Ragionate con la vostra testa, pensate ai denti, ai contatti e sfioramenti e ai Test muscolari..e i sintomi tutti, almeno quelle decine riferibili allo Sbilanciamento di mandibola, andranno via, con i loro tempi che non decidete, lo decide l’impegno, la dedizione, l’equilibrio mentale, l’ascolto, il corpo stesso. Lasciate perdere i discorsi che complicano ancor più le cose, discendente ascendente, multifattorialità, lingua , catene cinetiche muscolari ..oltre a palato, condili e via discorrendo. .Quelle semmai si vedranno a bilanciamento avanzato, ammesso sempre che ancora persistano.

C. Morcone 2015

CURA E FILOSOFIA

platone

“Guai a quel medico che cura il corpo senza aver curato la mente, giacché da essa tutto discende”

(By Socrate citato da Platone, 480 anni prima dell’era volgare)

Così recita una frase che gira su Facebook..che non è affatto così. a parte che “by Socrate” non si può leggere… Ora se non ricordo male dagli studi non classici, qualcosa è rimasto..Vediamo:

Il concetto così come appare nella frase non è vero. Secondo Platone, filosofo che deve esporre l’universalità e la scienza delle scienze ovvero la Filosofia, afferma che un medico, ovvero un tecnico, non può giovare alla sua salute del giovane, nel dialogo Carmide malamente tradotto: egli è dunque portatore di un sapere settoriale e specializzato – che agli occhi di un profano non si distingue dalla magia – e non quindi di una scelta di vita complessiva. Ma psyché non è la mente come la intendiamo noi, per i Greci. Discorso lungo…ma studiare, leggere e manipolare meno le frasi senza attribuirle malamente ai filosofi per avere una apparenza di saggezza.

Ma ne possiamo coniare un’altra:
” Guai a quel paziente che pensa che il medico gli possa guarire ogni cosa, perché rischierà di perdere anche la mente.”

e

“Paziente cura te stesso”.

E mi sembrano più aderenti anche al pensiero di Platone e Socrate.

http://www.miti3000.it/mito/biblio/platone/carmide.htm

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: