La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘contratture’

LA SIMMETRIA, QUESTA SCONOSCIUTA

Givenchy Coll. 2012 - Patterns simmetrici

Givenchy Coll. 2012 – Patterns simmetrici

LA SIMMETRIA, QUESTA SCONOSCIUTA

Il corpo umano è influenzato nei suoi equilibri dalla mandibola mal posizionata, asimmetrica quindi rispetto all’asse centrale. Non siamo nati per essere asimmetrici ma per restare in SIMMETRIA. Essa impone al corpo l’atteggiamento scheletrico oltre a caratterizzare l’espressione del viso, quella degli occhi e persino la personalità. L’alterata postura del corpo crea malessere conscio e inconscio. Ma nessuno parla di denti. Tutti parlano di altro. Possiamo dire infatti che la dicitura DCCM Disturbo Cranio Cervico Mandibolare è un acronimo limitativo. I sintomi dell’asimmetria muscolare mandibolare sono tantissimi:

– DISFUNZIONI ATM
– NEVRALGIA DEL TRIGEMINO
– CEFALEA, EMICRANIA
– ALGIE FACCIALI
– PARESTESIE
– CERVICALGIA, CERVICO-BRACHIALGIA
– APNEE OSTRUTTIVE ( OSAS )
– CSSVI
– RETTILINEIZZAZIONE DEL RACHIDE CERVICALE
– DEGLUTIZIONE ATIPICA
– APERTURA A BAIONETTA DELLA MANDIBOLA (CURVA A “S” QUANDO SI APRE E CHIUDE LA BOCCA)
– MAL DI GOLA, RAFFREDDORI CRONICI, FARINGITE, LARINGITE, TONSILLITE
– DISTURBI ALLA PROPRIOCEZIONE
– TUNNEL CARPALE
– ZOPPICAMENTI
– PROBLEMI AL GINOCCHIO (MENISCO) E ALL’ANCA
– SINDROME DA FIBROMIALGIA
– DOLORI MUSCOLARI DIFFUSI
– CONTRATTURE MUSCOLARI
– SINDROME DI MENIERE
– MAL DI SCHIENA, DISCOPATIA
– ARTROSI, ARTROSI CERVICALE
– PROBLEMI POSTURALI
– LOMBALGIA CRONICA
– BACINO RUOTATO-INCLINATO
– SCIATICA, LOMBO SCIATALGIA
– VERTIGINI
– ANSIA, DAP, STRESS, INSONNIA
– STANCHEZZA CRONICA ( CFS )
– BRUXISMO
– RUSSAMENTO NOTTURNO

Non dobbiamo permettere alla mandibola di sbilanciarsi, proprio per non compromettere il benessere della persona. Ne possono conseguire disturbi fisici e psichici che il paziente stesso e il medico curante non penserebbero mai di collegare ad un’alterazione mandibolare.

La mandibola invece e’ influenzata nei suoi equilibri solo dalle altezze dei denti. Parlare di denti è un tabù nella nostra società, che non sia connesso all’estetica. Evitate chi non vi parla di Regole dell’Occlusione e di denti, per tornare in Simmetria. E’ stato scritto un libro apposito nel 1993 “Teoria di Occlusione Muscolare” A. Valsecchi in 2 volumi. Non abbiamo grande voce, siamo solo pazienti, non abbiamo soldi, siamo semplici pazienti e la nostra è una organizzazione di volontari. Abbiamo speso troppo in cure costosissime ed analisi inutili prima di arrivare a sapere e uscirne fuori da queste patologie. E’ il momento adatto per cambiare la Medicina, è già cambiata ma aspetta solo pazienti che riescano a conoscere ed applicare assieme ai professionisti il metodo. Dobbiamo diventare pazienti responsabili, tutti assieme. in fondo siamo tutti pazienti…Noi ci siamo. E tu?

Non c’e’ bisogno di modificare ciò che e’ già stato concepito bene dalla natura.”  A. Valsecchi

Annunci

QUALI SONO IN GENERE I SINTOMI DA MALOCCLUSIONE ?

SINTOMI FISICI / SINTOMI PSICOLOGICI

ECCO I PRINCIPALI DISTURBI FISICI / PSICOLOGICI CHE LA MANDIBOLA SBILANCIATA PER MEZZO DI CONTATTI DENTARI NON BILANCIATI SPAZIALMENTE CREA..I SINTOMI SONO VARIABILI DA PERSONA A PERSONA PERCHE’ TANTI SONO I TIPI DI SBILANCIAMENTO, DI MORSO, E TANTE SONO LE PROBLEMATICHE PERSONALI DAL PUNTO DI VISTA DI DENTI E PARODONTO…

  • mal di schiena
  • rettilineizzazione del rachide
  • lordosi scoliosi cifosi
  • anca sbilanciata
  • zoppicamenti
  • perdita equilibrio instabilità
  • vertigini
  • acufeni ronzii e fischi all’orecchio
  • gambe pesanti
  • disturbi della lacrimazione
  • rachitismo da contrattura
  • fascicolazioni
  • camminata instabile
  • pubalgia
  • emicrania con e senza aura
  • artrosi
  • senso di freddo o troppo caldo
  • geloni
  • torpore mani gonfiore agli arti
  • formicolii parestesie
  • sensazione di bacino bloccato
  • ernia
  • cervicalgie
  • infiammazioni muscolari
  • nevralgie craniche e agli arti
  • dito a scatto
  • debolezza muscolare
  • dolori trigeminali (nervi cranici)
  • braccia mani e gambe che hanno scatti intermittenti involontari
  • atteggiamento scoliotico cifotico
  • sindrome da testa anteriorizzata
  • difficoltà a tenere la testa dritta
  • respirazione atipica

Ed altro…non tutto…certamente ma i sintomi sono tanti e non sempre presenti ma spesso sono presenti contestualmente almeno due o tre di questi. Tramite i test muscolari, lo studio del calco o impronta in gesso, foto, si potrà capire se effettivamente si ha malocclusione.  Non tutti sono sintomatici ma dipende dalla capacità di ognuno. 

Ecco i sintomi psicologici, che necessariamente purtroppo seguono quelli fisici perchè un corpo che sta male non puo’ essere equilibrato nemmeno emotivamente. Facciamo il punto soprattutto su determinati sintomi..Quelli patologici seppur presenti avranno bisogno di un affiancamento, professionale psicologico, se possibile..dipenderà dal soggetto. Ad ogni persona una storia diversa, grossomodo possiamo dire quello che sicuramente viene risolto con una certa tranquillità:

  • ansia
  • stress
  • nervosismo continuo
  • frustrazione
  • attacchi di panico
  • fumo alcool droghe (per eliminare inconsciamente i sintomi da malocclusione)
  • tendenza al pianto

A parte patologie ben riconoscibili, sebbene non gravi ma gravose se accusate giorno per giorno.

La mandibola sbilanciata, provoca questi malesseri

 

Malocclusione, sintomi fisici risolvibili

Malocclusione, sintomi fisici risolvibili

Malocclusione, sintomi psicologici riferibili

Malocclusione, sintomi psicologici riferibili e risolvibili

 

L’APPIM ha messo a punto delle manovre muscolari dal che chiariscono in modo inequivocabile la presenza o meno della malocclusione  e disfunzioni mandibolari e che guidano il medico dentista fino al traguardo del lavoro riabilitativo.
Quindi il poter dimostrare che, a mano a mano che la mandibola si riposiziona in bilanciamento muscolare, i disturbi anche gravi (e non solo di tipo stomatognatico ) si attenuano o scompaiono è un’evidenza da prendere in seria considerazione.

Bilanciare i denti significa debellare le infiammazioni e le compressioni dolorose senza l’uso di sostanze pericolose quali gli antinfiammatori. “Questi sono responsabili di emorragie mortali, di malattie renali, di malattie gastro-intestinali, di perforazioni…di problemi al fegato, all’intestino, al rene, alla milza, al surrene, al cuore, al midollo…”
Malattie Reumatiche, Todesco e Gambari, McGraw-Hill, 2 ed.

http://www.appim.it/idisfieps.php

©1991, 2014, 2015 – A. Valsecchi (a cura di C.Morcone) – APPIM

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: