La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘corsi’

IO NON HO PAURA

bite carmine 2008-

IO NON HO PAURA

Se non si inizia bene, si rischia di fare solo confusione e danneggiarsi con le proprie mani. Bisogna aver chiaro il processo che ci ha condotto ad una certa forma del bite dopo qualche mese, ricordarsi e scrivere su un quaderno o su un file dedicato, le intuizioni, le progressioni e il procedimento. per ovviare a confusione, nervosismo o scoraggiamento per gli ostacoli che ci saranno sicuramente durante il percorso di riabilitazione.
Il bite reagisce bene quando è a contatto con le mucose orali o comunque in ambiente liquido, come un bicchiere d’acqua, per restare elastico e fare in modo che le aggiunte di resina non si stacchino. Le aggiunte andranno fatte invece su bite asciutto. Altrimenti capita che il bite si sente duro al contatto, pieno di asperità, anche se fosse stato comodo fino all’ultima modifica.
Dalla nostra esperienza sappiamo che gli ultimi sintomi apparsi sono anche quelli che andranno via per primi, perché non ancora “cronicizzati” anche se sappiamo che col tempo quel termine “cronico” perde decisamente il suo valore ineluttabile. Spasmi neuromoscolari , algie al trigemino, infiammazioni del nervo sciatico, lombalgie e i nervosismi e frustrazioni di entità che solo i malocclusi capiscono, tutto questo può tornare nuovamente se l’uso del bite è saltuario o non si applicano le modifiche in tempo utile da fare in modo che ai Test Muscolari tutto venga percepito simultaneamente, sia Fosse che Stop di retrusione.
Se non si inizia bene in maniera razionale, sapendo il primo contatto alla Sbarra e riposizionando il resto dei denti a contatto con test muscolari incrociati  e con le cartine, sicuramente poi si lascia perdere e si relativizza tutto. Serve un po’ di sforzo iniziale e imparare la Teoria dal materiale didattico e dai corsi fino al laboratorio.
I dolori lombari e gli spasmi scompariranno e spesso si potrà avvertire una bella sensazione fresco rigenerante e rilassante sui masseteri fino al collo. Forse il famoso Qi della cultura taoista cinese…
Non si può quindi lasciare il bite a se stesso perchè la malocclusione procede sempre e bisogna arrestarla e riposizionarla e se purtroppo ma se si ha in mente l’obiettivo. il percorso tortuoso diventa più veloce e anche manualmente sarà facile. Certo nessun altro può farlo al posto nostro. I denti sono onesti: dovremmo esserlo anche noi stessi e chi ci cura.
(c) 2014 – C. Morcone – APPIM
Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: