La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘encefalomielite’

ENCEFALOMIELITE MIALGICA : CURALA, NON ASPETTARE LA VECCHIAIA

 fatica cronica

ENCEFALOMIELITE MIALGICA : CURALA, NON ASPETTARE LA VECCHIAIA

La stanchezza cronica o Encefalomielite Mialgica ME o comunemente Sindrome da Fatica Cronica o CFS, con probabilmente è solo una reazione ormonale, che è uno dei tanti sintomi ben specifici, creati da una mandibola sbilanciata e da un corpo che sta diventando asimmetrico.

Se oggi la maggioranza degli uomini muore stanca, non significa che invecchiare stanchi. Significa che la stanchezza, in quanto reazione ormonale, è presente negli anziani e nei giovani solo quando i collegamenti ormonali sono disturbati da denti che non svolgono il loro ruolo che è quello di sostenere lo scheletro e i relativi collegamenti. La stanchezza non è procurata da attività faticose; è causata da insufficiente energia rigeneratrice. L’insufficiente energia appare indipendentemente dall’età e dall’attività svolta. Appare nel corpo sbilanciato. E anche gli iperattivi sono in genere asimmetrici di corpo e disturbati nelle loro reazioni dalla bocca. C’è chi è stanco e chi è iperattivo, le reazioni sono spesso imprevedibili. febbricola, disfunzioni del ciclo sonno-veglia, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria, abbassamento delle difese immunitarie, faringiti, problemi gastrointestinali, pressione sanguigna altalenante, nausea, vertigini, palpitazioni,  fascicolazioni, emicranie, tachicardia e ovviamente mialgie, dolori muscolari e articolazioni che possono migrare nel corpo.

La stanchezza è uno stato fisico spesso collegata alla depressione, alla malinconia, al disagio fisico, ad uno stato di prostrazione continuo ed altalenante nelle sintomatologie. Questi possono essere considerati disturbi reversibili tramite bilanciamento mandibolare secondo Teoria di Occlusione Muscolare, ovvero risolvibili grazie al riposizionamento dei contatti dentari, unici ad essere passibili di registrazione e modificazione continua e precisissima , potendo essere guidati tramite i  Quattro Test muscolari in tensione Appim.

Il concetto che le condizioni emotive incidano sull’inizio dell’invecchiamento deve essere quindi trasformato.
Sono i denti sbilanciati che fanno crollare l’individuo quando viene oltrepassata la soglia limite.
Sono i denti sbilanciati che alterano l’emotività.
Sono i denti sbilanciati che alterano l’atteggiamento del corpo.
Sono i denti sbilanciati che modificano i collegamenti e le risposte (non solo) ormonali dalle quali dipendono tanto le reazioni cerebrali che la salute degli organi del corpo. Il tutto influenzato anche dall’ambiente e da fattori esterni all’individuo.

Invecchiare non stanca chi è bilanciato. Anche se è vero che ad una certa età (come scrisse di  Virgilio Giotti  ) I veci che ‘speta la morte , è pur vero che la morte può aspettare parecchio prima di acchiappare un vecchietto ben occluso.

http://www.giuseppecirigliano.it/giotti_veci.html

© 2008, 2015 A. Valsecchi (a cura di C. Morcone ) appim

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: