La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘logica’

DIMENTICARE IL DOLORE

9pu16hWrf40

DIMENTICARE IL DOLORE 

 

Quando ti bilanci quasi quasi non credi neanche tu alle lamentele dei malocclusi..Pensi che esagerino così come lo pensavano i medici quando li incontravi per un parere o i parenti stessi e amici per un consiglio, disperatamente (incerto, inutile…). La mente, finalmente libera dalla gravosità dei numerosi sintomi, attraverso un processo di Rimozione, elimina via via, come un colpo di spazzola, tutti i pensieri, atteggiamenti negativi, le disposizioni e il ricordo del dolore e della sofferenza indicibile fino a pochi anni prima. Tutto avviene gradualmente ma in maniera inequivocabile ed evidente, giorno per giorno.
E pur avendo passato dei momenti (mesi e anni) di disperazione, dopo dovrai fare uno sforzo per ricordarti i dettagli di quei momenti, l’ansia che accompagnava i malesseri, la disperazione che sentivi nel capire di essere non compreso, isolato, considerato esagerato, frustrato, diverso, sfortunato…
Mai più si vorrebbe ripiombare in quel periodo, andando da un medico diverso al giorno o terapeuti o altri professionisti per sentirmi dire che non avevo niente…e stavo male. Figuriamoci ora che si parla di multidisciplinarietà, ovvero ognuno si prende una parte del paziente, quella che sa, ma il succo resta quello: il paziente è un oggetto non un soggetto attivo.
Nessuno che dicesse “Sì, credo abbia ragione, questi disturbi derivano da uno sbilanciamento di bocca; stringa i denti, li batta e mi dica dove sente contatto”.

nessuno …tutti che facevano la cosa molto difficile o molto semplice, ma nessuno che sapesse REALMENTE prendere in mano la situazione, fare un quadro dei malesseri, trovare il nesso e darti un suggerimento facile facile quale quello di mettere un bite in bocca, appendersi ad una sbarra e limare i punti alti in modo da sentire denti sui due lati contemporaneamente, almeno quel suggerimento! La malocclusione è certamente subdola perché dal di fuori in molti casi non si nota niente,  sintomi a parte, che pur addizionandosi nella persona, si cerca in qualche modo di andare avanti, con i sensi di colpa perché tutti questi sintomi ufficialmente non corrispondono a niente di precisamente patologico, mentre altre malattie si conclamano da sole, Eppure non si può più vivere, ad un certo momento…Qualsiasi cosa si faccia si peggiora soltanto, in un costante moto discendente dove ci si si sveglia, si dorme e si vive solo di dolore costante e impossibile da sopportare da solo, che condiziona affetti, lavoro, sonno, attività quotidiana, sport..

Niente, solo soldi, soldi, soldi e teorie su teorie, pratiche senza un reale filo logico anche se con un certo tentativo di vedere la situazione ma alla conta dei fatti, della pratica, della soluzione, sembrava tutto che si dissolvesse..Invece di obbligarti a rifare sempre tutti i denti, per ricominciare da capo senza garantire nulla, senza istruirti su come verificare i contatti, senza dare indicazioni su come avremmo dovuto percepire questi denti, niente, neanche una regola da tenere a mente, nemmeno UNA. Facevano loro, loro erano i depositari della TUA SALUTE e tu DOVEVI fidarti. Ma neanche le cartine blu sapevano utilizzare, ti facevano stringere e basta, come se bastasse.

E’ tutta una lunga catena di eventi che ti porta alla sofferenza sempre più alta.

pain-free-life

Conosciamo il tuo dolore

Anche se non si accusano sempre  fastidi gravi, spesso questi sono invalidanti tanto dal non poter fare e vivere le cose come uno dovrebbe alla propria età, e questo già è un fattore molto limitante, molto triste e la persona non dovrebbe fare altro che fare i TEST MUSCOLARI APPIM, dire: “Basta  parole, ora ho deciso, ora si comincia, mi procuro il materiale e agisco per il mio bene”.

E a quel punto succede qualcosa di positivo, di grande. Non appena ti rendi conto che le sensazioni e la postura cambiano con il modificarsi dei punti di contatto, non appena ti rendi conto di questo incominci a dare la massima importanza al lavoro con trapano e resine. Per star meglio non bisogna raggiungere il 100% né il 90% del bilanciamento. 
L’importante è pero’ tenere bene i piedi per terra, sapersi osservare e criticare allo specchio oltre al fatto di capire cosa significa impostare fosse e stop in armonia con i test di controllo.

Se un test come la CocaCola ti fa capire che tocchi solo nell’aspirazione contro un unico Stop di Retrusione, devi capire che gli altri versanti di retrusione sono carenti di spessore o che quello stop è troppo alto ed è quindi da abbassare. Il corpo è logico e ragiona per logica pratica, semplice.

Ce la puoi fare

Ce la puoi fare

Se entri nel problema con capacità di riflessione e con l’obiettivo di ricostruire le simmetrie di contatto che adesso, se inizi non hai; se ti concentri senza sgarrare in tutti i sensi, senza inventarti teorie strane che con i denti abbiano niente a che fare, se hai questa mentalità di volare basso e non perderti nella stratosfera, ce la farai. E il corpo e la mente ne beneficerà per sempre.

© 2003, 2007, 2010, 2014 A. Valsecchi – Luca utente forum Appim  (a cura di C. Morcone)

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: