La Salute con l'Occlusione Muscolare

Articoli con tag ‘rialzare’

BITE BILANCIATO, E DOPO?

finalizzazione in studio medico dopo tutto il percorso di Bilanciamento.

Finalizzazione in studio medico dopo tutto il percorso di Bilanciamento.

Rialzare i denti inferiori non vuol dire in nessuna maniera che dobbiamo renderli piatti, aggiungendo sottili strati di composito che ricoprano la superficie del dente ne manteniamo la forma rialzandolo. Il lavoro finale rimane sempre e comunque affidato alle cartine blu, trapano e alla nostra mano.

Le rialzate cuspidi linguali e vestibolari mantengono grossomodo la forma originale del dente e volendo possiamo creare tutte le superfici di contatto che più ci sembrano appropriate.

Chiarito (spero) questo concetto bisogna anche sottolineare che per mandare fuori occlusione un punto di contatto (sui denti naturali) basta poco, un decimo di millimetro, un molaggio di un secondo con la punta diamantata, quindi non è vero che mantenere un solo contatto di fossa e uno di retrusione per dente sia sinonimo di denti inferiori piatti, i denti piatti sono tutt’altra cosa; chi lo afferma ha le idee molto confuse. 

Ricordiamoci infine che la resina a freddo usata sul bite, ha una durezza di gran lunga inferiore al composito e non è neanche paragonabile a quella di un dente naturale per cui ciò che sul bite riusciamo a costruire con un certa fatica, sui denti naturali impiegheremmo molto più tempo a realizzare. Trentadue (32) punti di contatto tra dentatura superiore e bite inferiore sono di difficile realizzazione, ma tutto sommato non è un’impresa impossibile ed è inoltre un interessante esperimento pre-lavoro definitivo.
La resina a freddo cede un po’ soprattutto se gli elementi superiori sono denti naturali per cui un precontatto su uno dei 32 può risolversi semplicemente facendo le manovre muscolari a resina secca oppure dopo un giorno, con l’usura, tutti i contatti, cartine alla mano, potrebbero risultare a posto, con ogni probabilità muscolarmente sbilanciati ma senza blocchi o vuoti durante le varie escursioni mandibolari.

Scordiamoci che succeda questo con il rapporto dente naturale-dente naturale o dente naturale-composito. I precontatti non si risolvono da soli, bisogna individuarli decifrando con cura i segni delle cartine blu ed eliminarli, perché il giorno dopo saranno lì immobili e ci faranno impazzire se non eliminati. L’Effetto Tenaglia (curva di Wilson), farà si che nel tentativo di ricreare un contatto tra versanti inclinati esterni potremmo mandare all’aria tutti gli stop di Retrusione dell’altro lato, andando facilmente in confusione.  Mettere d’accordo 4+4 denti con il solo rapporto cuspide palatina superiore in fossa-stop di retrusione inferiori, è già una bella impresa, ve lo posso garantire, aggiungerne altrettanti è come entrare in un labirinto con gli occhi bendati per quanto naturale questo contatto possa essere.

Il bite è solo scuola di bilanciamento, ci dà informazioni precise riguardo il posizionamento definitivo della mandibola ma la percezione dei punti di contatto non è eguagliabile a quella sui denti naturali. Detto questo ognuno è liberissimo di sperimentare su se stesso ciò che più ritiene opportuno ma è bene che dia consigli solo ed esclusivamente a Bilanciamento ultimato.

©2008, 2015 I. Barra (a cura di C. Morcone)

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: